Da rappresentante a 11 milioni di fatturato: da Prato sull’onda della pandemia

Nel 2012 faceva il rappresentante, 4 anni fa aveva avviato una piccola azienda di minuterie di precisione per le macchine da produzione. Oggi ha creato una nuova impresa, in un settore completamente diverso, che fattura un milione al mese, con previsioni di crescita ancora migliori. Da Power metal a Biomedical Pharma la capriola è più improbabile di quel che si possa immaginare. Ma la mossa è vincente.

La storia di Omar Alessandrini sta tutta nella sua voglia di creare. La pandemia l’ha spinto a cambiare prospettiva: dalla difesa di un’industria in crisi al contropiede in un settore che avrebbe potuto esser innovativo. Pratese, 41 anni, Alessandrini la cultura imprenditoriale se l’è costruita da solo: figlio di due operai, oggi ha addirittura la figlia più grande (di sette) che lavora nella sua nuova azienda. «Facevo l’agente di commercio per un’azienda meccanica, nel 2017 ho pensato che il business poteva essere più ampio: ho comprato la prima macchina per fresatura e l’ho messa in un capannone a Calenzano. Il mercato mi ha dato ragione e in un anno sono passato da 2 a 17 dipendenti, così sono tornato a Prato». La sua città.

Alessandrini affitta un capannone in una traversa di via Valentini, accanto al centro storico. Un’ex fabbrica tessile che occupa un intero isolato. «Nel 2020 è arrivato il Covid. Ero preoccupato per l’azienda e come tutti gli imprenditori stavo cercando prodotti per la sanificazione di ambienti. Mi sembrava stupido doverlo fare tutti i giorni, così mi sono messo a cacciare prodotti che garantissero l’igienizzazione con tempi più cadenzati — racconta — La ricerca mi ha condotto a un chimico e a sua moglie, che usavano questo prodotto per le piastrelle antigraffio. Ho capito che funzionava, ho sottoposto il prodotto all’Università di Siena con cui ho fatto un accordo per certificare la ricerca». Bingo: il prodotto ha delle nano-particelle che si attivano con la luce (fotocatalitiche) che fanno durare un anno l’igienizzazione. Il prodotto va subito alla grande e Alessandrini crea una linea per le farmacie e una per i supermercati. Poi concepisce una linea industriale. In soli 8 mesi, da aprile a dicembre 2020, fatturato con la nuova azienda 2,5 milioni. «La maggiore perplessità è stata quella di entrare in un mondo nuovo, ma quando sei davvero in grado di vendere non è impossibile: io nasco commerciale. I fornitori sono la maggiore difficoltà, trovare quelli seri che soddisfano i clienti non è stato semplice. Siamo l’unica azienda commerciale a esser stata incubata da Toscana Life Science, gruppo di ricerca tra i più importanti al mondo con sede a Siena. Nei primi 20 giorni di quest’anno abbiamo fatturato un milione e la previsione è di fatturarne altri 10 nel 2022».

Fonte: https://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/economia/22_febbraio_06/da-rappresentante-1-milione-fatturato-mese-prato-sull-onda-pandemia-b059ba3c-8761-11ec-a288-296efdb4e442.shtml?cx_testId=71&cx_testVariant=cx_1&cx_artPos=1&cx_experienceId=EX3X6A6ZQ94R&fbclid=IwAR2jU4q7zajKQSuZVjuDwElg3GrIaIYe4OexOvDlgyRlh9ydXAvYsuCPegU#cxrecs_s

in Media&News

Sostenibilità e bellezza temi del futuro

Sostenibilità e bellezza temi del futuro

Un’edizione caratterizzata anche da appuntamenti imperdibili nel Fuori Salone: protagonisti l’innovativo Device hi-tech Skin Up

Continua

Salone del Mobile: la ripresa è cominciata

Salone del Mobile: la ripresa è cominciata

L’evento internazionale del Salone del mobile, non è solo bellezza e sostenibilità, ma anche innovazione

Continua

Il design della bellezza, Skin Up punta all’innovazione!

Il design della bellezza, Skin Up punta all’innovazione!

Il design della bellezza, Skin Up punta all’innovazione

Continua