killer del covid sulle superfici photoactive

KILLER DEL COVID Un altro pas­so in avan­ti nel­la lot­ta al Covid potreb­be esse­re fat­to gra­zie al gran­de con­tri­bu­to di Sie­na. Testa­to nel­la nostra cit­tà un pro­dot­to che sareb­be capa­ce di ucci­de­re il virus sia sul­le super­fi­ci e, quin­di, nell’aria che respi­ria­mo. Que­sto igie­niz­zan­te, inven­ta­to dal dot­tor Lui­gi Gra­vel­li nel suo labo­ra­to­rio alla L&G Srl di Iser­nia, ha rac­col­to da subi­to l’interesse dell’avvocato sene­se Alber­to Bota­rel­li e dell’imprenditore pra­te­se Omar Ales­san­dri­ni del­la socie­tà Bio­me­di­cal Pharma®.

Il risul­ta­to cla­mo­ro­so pro­vie­ne dai labo­ra­to­ri di micro­bio­lo­gia del­le Scot­te ed ha avu­to subi­to dei riscon­tri: doma­ni, vener­dì 4 dicem­bre, Pho­toAC­TI­VE®., kil­ler del covid sul­le super­fi­ci, ver­rà posto nei filo­bus e bus di Pra­to. Nel frat­tem­po VisMe­de­ri ha ini­zia­to i suoi test scien­ti­fi­ci per vede­re gli effet­ti del pro­dot­to sui diver­si tessuti.

I passaggi

Con l’inizio del­la pan­de­mia la Bio­me­di­cal Phar­ma® ha volu­to cono­sce­re qua­li fos­se­ro le rispo­ste che Pho­toAC­TI­VE®. pote­va dare nel­la lot­ta con­tro il virus. Così entra in sce­na Sie­na e la sua Uni­ver­si­tà, da sem­pre gran­de scuo­la nel cam­po del­la viro­lo­gia e del­le scien­ze del­la vita.

Bota­rel­li, alum­nus del nostro ate­neo, ha con­tat­ta­to il ret­to­re Fran­ce­sco Fra­ti (i due han­no col­la­bo­ra­to insie­me per por­ta­re avan­ti gli accor­di tra Sie­na, la sua uni­ver­si­tà e il Par­la­men­to Lati­no) che lo ha indi­riz­za­to ver­so l’istituto di viro­lo­gia del dipar­ti­men­to di bio­lo­gia mole­co­la­re. Nasce così una pro­fi­cua col­la­bo­ra­zio­ne con la bio­lo­ga e viro­lo­ga Maria Gra­zia Cusi e con l’ingegnere Mar­co Mugnai­ni. La pro­fes­so­res­sa Cusi com­men­ta ha accol­to l’offerta di col­la­bo­ra­zio­ne da Bio­me­di­cal Phar­ma® con pia­ce­re e inte­res­se. In un momen­to così dif­fi­ci­le, come quel­lo pan­de­mi­co che stia­mo viven­do, è impor­tan­te valu­ta­re pro­dot­ti in gra­do di fre­na­re e limi­ta­re la dif­fu­sio­ne di SARS-CoV‑2.

Fir­ma­to il con­trat­to lo scor­so mese, finan­zia­to dal­la Bio­me­di­cal Phar­ma®, con lo stes­so dipar­ti­men­to neces­sa­rio per pro­ce­de­re ai pro­to­col­li scien­ti­fi­ci. L’obiettivo era quel­lo di sape­re se Pho­toAC­TI­VE®. sia un ‘viru­ci­da’ , cioè capa­ce di abbat­te­re i virus come il Sars-Cov2. I test, con­dot­ti nei labo­ra­to­ri di micro­bio­lo­gia del­le Scot­te, han­no dimo­stra­to pri­ma di tut­to che Pho­toAC­TI­VE® è capa­ce di ucci­de­re il virus influen­za­le H1N1. Poi, con­for­me­men­te ai dovu­ti stan­dard scien­ti­fi­ci,  sono par­ti­te tut­te le pro­ce­du­re di stu­dio sul Sars-Covi­d‑2 che sono dura­te un mese per la loro com­ples­si­tà e che han­no por­ta­to allo stes­so otti­mo risul­ta­to con­sen­ten­do, anche in que­sto caso, di defi­ni­re il pro­dot­to come viru­ci­da: da qui kil­ler del covid sul­le superfici.

03-12-2020

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *